martedì 29 luglio 2014

'MH17 suspect linked to 1992 Bosnian massacre'

'MH17 suspect linked to 1992 Bosnian massacre' UN PERSONAGGIO INTERESSANTE
'MH17 suspect linked to 1992 Bosnian massacre'

Source: malaysiakini.com

MH17 FREE Ukraine claims pro-Russian separatist Igor Girkin fought in Serbia.

 

claudiogherardini@gmail.com sent this using ShareThis. Please note that ShareThis does not verify the ownership of this email address.

lunedì 28 luglio 2014

Tweet da Camera dei deputati (@Montecitorio)


Camera dei deputati (@Montecitorio)
Le prime giornate della #GrandeGuerra viste dai quotidiani dell'epoca #StoriadItalia #WW1 pic.twitter.com/wpv4NDKw48
 Titoli molto attuali ...


Inviato da iPhone

lunedì 21 luglio 2014

giovedì 17 luglio 2014

claudiogherardini@gmail.com has shared: I paesi dell’est contro la Mogherini. Ma è l’Italia a non essere affidabile

I paesi dell'est contro la Mogherini. Ma è l'Italia a non essere affidabile

Source: eastjournal.net

 

claudiogherardini@gmail.com sent this using ShareThis. Please note that ShareThis does not verify the ownership of this email address.

claudiogherardini@gmail.com has shared: MASSACRO DI SREBRENICA/ Nuhefendic: finalmente l'Onu non è più intoccabile

19 anni dopo esiste un guidice in Olanda..... e altrove?
MASSACRO DI SREBRENICA/ Nuhefendic: finalmente l'Onu non è più intoccabile

Source: ilsussidiario.net

Il 13 luglio 1995 le truppe serbe uccisero 8mila bosniaci musulmani. Adesso le truppe olandesi presenti vengono riconosciute colpevoli. Il commento di AZRA NUHEFENDIC.

 

claudiogherardini@gmail.com sent this using ShareThis. Please note that ShareThis does not verify the ownership of this email address.

mercoledì 16 luglio 2014

claudiogherardini@gmail.com has shared: Srebrenica, tribunale Aja: Olanda responsabile massacro. "Caschi blu non protessero i civili"

Anche i magistrati olandesi sembrano spesso confusi come molti colleghi italiani... Di questa sentenza non si capisce gran chè...
Srebrenica, tribunale Aja: Olanda responsabile massacro. "Caschi blu non protessero i civili"

Source: repubblica.it

 

claudiogherardini@gmail.com sent this using ShareThis. Please note that ShareThis does not verify the ownership of this email address.

claudiogherardini@gmail.com has shared: LETTONIA: Il governo arruola i cacciatori, la Russia i contrabbandieri

Tra 4 anni il campionato mondiale di calcio si svolgerà in Russia....
LETTONIA: Il governo arruola i cacciatori, la Russia i contrabbandieri

Source: eastjournal.net

 

claudiogherardini@gmail.com sent this using ShareThis. Please note that ShareThis does not verify the ownership of this email address.

martedì 15 luglio 2014

claudiogherardini@gmail.com has shared: Bosnian Serb Leader Backs Israel's Gaza Operation

Tanto per la cronaca il minileader dei Serbobosniaci che il 28 giugno lodava l'assassino Princip (poveretto comunque) a fianco di Emir Kusturica (ambedue amici fraterni di Vladimir Putin) ha dichiarato, forse unico al mondo, che Israele fa bene a bombardare gli estremisti islamici. Io ero il 28 accanto a Dodik e Kusturica e non hanno mai nominato Europa ma solo la loro minicausa serbobosniaca anti islamica.
Bosnian Serb Leader Backs Israel's Gaza Operation

Source: israelnationalnews.com

Milorad Dodik offers rare unconditional support for Israel, says 'extreme Islamist groups' threaten 'the entire world community'.

 

claudiogherardini@gmail.com sent this using ShareThis. Please note that ShareThis does not verify the ownership of this email address.

venerdì 11 luglio 2014

19 anni fa - 19 years ago

L'11 luglio 1995 a Srebrenica, una città nell'est della Bosnia Erzegovina, i soldati serbobosniaci guidati dal generale Ratko Mladić, definito il boia di Srebenica, hanno massacrato circa ottomila uomini e ragazzi bosniaci di religione musulmana. La città, che era stata dichiarata zona di sicurezza delle Nazioni Unite, fu conquistata l'11 luglio, nonostante la presenza di un contingente di caschi blu olandesi.

QUELLO DI SREBRENICA È IL PIÙ GRAVE MASSACRO AVVENUTO IN EUROPA DALLA SECONDA GUERRA MONDIALE, ED È CONSIDERATO DALLA GIUSTIZIA INTERNAZIONALE UN GENOCIDIO. LA TRAGEDIA AVVENNE NEL CORSO DELLA GUERRA IN BOSNIA ERZEGOVINA, COMINCIATA ALLA FINE DI MARZO DEL 1992.

In July 11th 1995 in Srebrenica, a town in eastern Bosnia and Herzegovina, the Bosnian Serbians soldiers led by General Ratko Mladic, called the hangman of Srebrenica, they have killed about eight thousand men and boys by Bosnian Muslim religion. The city, which had been declared a United Nations safe area, was captured on July 11th, despite the presence of a contingent of Dutch peacekeepers. 

THE MOST SERIOUS MASSACRE OF SREBRENICA OCCURRED IN EUROPE FROM THE SECOND WORLD WAR, AND IT IS CONSIDERED GENOCIDE BY THE INTERNATIONAL JUSTICE. The tragedy happened during the war in Bosnia and Herzegovina, began at the end of March 1992.

 


Inviato da iPhone

mercoledì 2 luglio 2014

Foto racconto dalla nuova sede dell'ultranazionalismo serbo a Andricgrad Visegrad

Visegrad. Republika Srpska Bosnia Erzegovina. 
Pompa magna non rende l'idea di cosa Kusturica e il suo patron Presidente della Republika Srpska Milorad Dodik abbiano inventato per creare la mini nazione ultraserba che per ora fa parte ancora della Repubblica di Bosnia Erzegovina. Sono arrivati da Belgrado anche il capo del governo serbo Alexander Vućic e il ministro degli esteri della Repubblica di Serbia Ivica Daćic. Due bande militari e almeno due cori e una band, quella ricostruita da Kusturica come No Smoking. L'originale é rimasto in buona parte a Sarajevo. Il patriarca di Belgrado Irinei ha consacrato la chiesa interna a Andricgrad. Così si chiama il villaggio di pietra pieno di bar e locali che diventerà un campus universitario per 140 studenti. Consacrazione e inaugurazione in pompa magna nel nome di Gavrilo Princip che cento anni fa assassinó l'Arciduca d'Austria a Sarajevo. Un atto eroico secondo la versione "oltrecortina" per la libertà del popolo serbo. La statua a Princip é stata inaugurata ieri a Est Sarajevo, la parte serba nei dintorni orientali della capitale bosniaca. Interventi enfatici e nazionalisti che Dodik ha concluso con un augurio di pace senza distinzioni di appartenenza. Nella sua speranza di essere rieletto presidente del ministato serbo bosniaco di circa ottocentomila abitanti. Ma un anziano patriota serbo al quale abbiamo dato un passaggio ci dice che almeno a Rogatica il partito di Dodik perderà le lezioni del prossimo ottobre. Il suo bandierone entrava a stento in macchina stamani.