venerdì 30 novembre 2012

Cannabis terapeutica: Fatta la legge scatta la trappola?

Cannabis terapeutica: Le associazioni chiedono coinvolgimento nella stesura del regolamento attuativo.

Le associazioni che hanno partecipato alle fasi iniziali di stesura della Legge sulla Cannabis terapeutica chiedono di non essere escluse dalla stesura del regolamento attuativo.
Dopo la risposta dell'Assessore Marroni all'interrogazione del Consigliere regionale Brogi ed altri, è diventato chiaro che il regolamento attuativo in corso di elaborazione, che non abbiamo ancora avuto modo di leggere nella forma attuale, e che è un passaggio fondamentale per poter applicare la legge, sarà sottoposto all'ulteriore vaglio di uno o più organismi regionali, i quali potranno proporre modifiche e dare indicazioni. C'è il rischio concreto che una legge aperta come quella toscana, che prevede la possibilità di prescrivere cannabinoidi da parte di qualsiasi medico, senza vincoli a patologie specifiche, in scienza e coscienza, sia blindata restringendone l'applicazione solo ad alcuni specialisti e ad alcune patologie più "famose", mentre il campo di applicazione della cannabis terapeutica è vasto ed in continuo allargamento man mano che la ricerca medica va avanti, con nuovi studi che vengono pubblicati ad un ritmo sempre crescente.
Altro rischio è che specialità medicinali derivate da una pianta, siano trattate quasi alla stregua di una molecola sperimentale, e cioè che finiscano per essere permessi solo farmaci "griffati" prodotti da case farmaceutiche e per le sole indicazioni riportate sul bugiardino, a farne le spese sarebbero la gran parte dei malati e la possibilità di utilizzo di preparati galenici, fra l'altro molto meno cari.
Le associazioni denunciano che dopo una buon partenza anche di questa fase fondamentale per l'attuamento della Legge sulla Cannabis terapeutica - il regolamento attuativo - siamo dinanzi ad un momento di inquietante stallo, in cui una misteriosa bozza di regolamento è al vaglio di commissioni ed organismi che non possono tener di conto del parere dei malati e dei medici esperti in terapia con cannabinoidi, neppure tenerli al corrente dello stato della discussione, senza una precisa indicazione politica. Per evitare di essere coinvolti solo alla fine con ulteriore rallentamento dell'iter del procedimento o di dover protestare poi dopo, a cose fatte, le nostre associazioni chiedono che, continuando nel percorso collaborativo sin qui perseguito, il loro parere sia ascoltato anche in questa fase finale, fondamentale per la migliore riuscita di quella che sarà la prima legge regionale sulla Cannabis terapeutica ad essere realmente applicata in Italia.
 
Valentina Piattelli, 3488288773,
presidente Ass. per l'iniziativa radicale "Andrea Tamburi"
aderiscono anche:
LILA (Lega Italiana Lotta all'Aids) Toscana
A.C.T. (Associazione Cannabis Terapeutica)
Associazione Luca Coscioni
PIC (Pazienti Impazienti Cannabis)

--
Associazione per l'iniziativa radicale "Andrea Tamburi"
www.radicalifirenze.it - info@radicalifirenze.it
Tel. 339 1501028


claudioghera shared an Instagram photo with you

Hi there,

claudioghera just shared an Instagram photo with you:


view full image

"This movie is totally unknown in italy. WHY?"

Thanks,
The Instagram Team

lunedì 19 novembre 2012

Albinia una settimana dopo

Scuole ancora inagibili, strade chiuse, auto ancora abbandonate al lato della strade. Un flusso di auto della protezione civile, usl, esercito e anche la protezione animali che passano dalle campagne che una volta erano la palude maremmana e che stavano per tornare tali. Le campagne attorno a Albinia sono nel fango. La cittadina é chiusa al traffico normale da forze dell'ordine venute anche da Lucca. Si poteva evitare? Rimane il quesito per ora prima di capire se davvero si é trattato di qualcosa di straordinario oppure se campagne e corsi d'acqua non sono stati curati abbastanza.

Inviato da iPad

Albinia one week after the flood

sabato 17 novembre 2012

Notizie dalla Sicilia di passaggio a Firenze

Oggi ho passato qualche ora con Rosario Crocetta e con Lucia Borsellino, eravamo solo 4 con Loredana che lavora con Crocetta dai tempi di Gela.

Crocetta lo conosco da tempo e se prima era un turbine ora, da presidente della Sicilia, é un tornado. Nel palazzi del governo siciliano, una corte dei miracoli mostruosa con un debito pari al doppio dei miliardi necessari a salvare la Grecia, si deve respirare un clima di terrore. Ciambellani acciambellati da decenni con stipendi da favola sentono mancare loro il terreno sotto i piedi. Il primo giorno da Presidente, Crocetta ha sospeso finanziamenti a fondazioni e privati per oltre UN MILIARDO DI EURO. Ieri ha annunciato la chiusura di contratti di collaborazione con 21 giornalisti ingaggiati a contratto per cifre anche di oltre diecimila euro al mese come CAPOREDATTORI. La Regione Sicilia pagava 21 capiredattori non si sa di cosa e di chi.

Lucia Borsellino che a 15 anni ha visto il padre spappolato da una auto bomba, era dipendente della sanità regionale. Dirigente. Ora Crocetta l'ha nominata assessore alla sanità. Una sorta di angelo mite e dolce che ha commosso tutta la sala dell'incontro annuale della Fondazione Caponnetto. Lucia ora ha davanti a sé un incarico relativo a oltre il settanta per cento del bilancio della Sicilia. La sanità siciliana. Accompagnandola in aeroporto gli ho fatto i miei modesti auguri e mi ha ringraziato molto.

Nonostante il tunnel nel quale si trova ognuno di noi, queste due persone mi sono sembrate bellissime e mosse da una volontà priva di ogni interesse personale.

Entro pochi giorni Crocetta si dimetterà da deputato europeo e passerà allo stipendio di Presidente della Sicilia. Molto più alto di quello europeo e anche di quello di Obama, credo. Crocetta é comunque il miglior investimento in Sicilia da decenni. Non ha prezzo.

Una giornata bella davvero.

Inviato da iPad

Incontro Fondazione Caponnetto

Adriana Musella con Rosario Crocetta e Piero Grasso. A rischio della propria vita contro il vigliacco potere delle mafie 24h.

giovedì 15 novembre 2012

STUDENTI DI CASAL DI PRINCIPE CON GRASSO E CROCETTA A 18/O VERTICE FONDAZIONE CAPONNETTO

SAN CIPRIANO. La Fondazione “Antonino Caponnetto” ha voluto la partecipazione di una delegazione di sanciprianesi e di 25 ragazzi del Liceo socio-pedagogico “Niccolò Iommelli”, coordinati dalla professoressa Marisa Diana,al 18esimo vertice antimafia che si terrà a Firenze sabato 17 novembre, alle ore 16, presso la Società di Mutuo Soccorso in via Vittorio Emanuele. All’incontro ci sarà la partecipazione del procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso, il neo governatore della Sicilia Rosario Crocetta, Giuseppe Lumia, componente della commissione nazionale antimafia, e di Antonio Di Lauro, referente regionale campano della Fondazione Caponnetto, costituitasi nel 2003, presieduta da Elisabetta Baldi Caponnetto e da Salvatore Calleri, con la collaborazione della sezione nazionale magistrati di Palermo. “Verso una nuova Antimafia Globale” è l’impegno che il 18esimo vertice si è proposto per costruire una partecipazione dal basso che veda la presenza dei giovani e della società civile, chiamata a dare un contributo importante nel decimo anno dalla morte del giudice Caponnetto. La partenza del pullman è fissata alle ore 7 di sabato dal corso Umberto 1 di San Cipriano. http://www.pupia.tv/casaldiprincipe/index.php

lunedì 12 novembre 2012

claudio gherardini ti ha inviato un video: "♫ Gianni Morandi ♪ Scende La Pioggia Canzonissima 1968 ♫ Video & Audio Restaurati"

claudio gherardini ha condiviso con te un video su YouTube
Notare i gridolini delle ragazzine..... saranno veri? Era il 68......... in Italia partiva il grande inciucio globale, per fare un esempio, la FIAT avrebbe iniziato a chiedere soldi allo Stato in accordo con la triplice sindacale, tutti contenti g... espandi
♫ Gianni Morandi ♪ Scende La Pioggia Canzonissima 1968 ♫ Video & Audio Restaurati
Vincitore dell'edizione di Canzonissima 1968. Tele Ricordi è il canale di flaniman (Su questa TV li apprezzi di piu')
©2012 YouTube, LLC 901 Cherry Ave, San Bruno, CA 94066