lunedì 29 agosto 2011

il Mondo è dietro l'angolo

Bihac (Federazione di Bosnia Erzegovina - Repubblica BiH) 29 agosto 2011.

Bisognerebbe che la base della formazione di una persona fossero i
chilometri fatti per visitare altri luoghi e altri paesi e la quantità
di amicizie strette in quei luoghi. Più paesi visitati e più "stranieri"
conosciuti, dovrebbero assegnare punteggi e prestigio più alto. Chi sta
a casa, punteggio base, chi viaggia, merito a chilometri e contatti umani.

Da Trieste a Bihac ci sono meno di trecento chilometri stradali, il che
significa quasi la metà in linea d'aria. Certo che i triestini lo sanno
bene. Meno bene invece lo sanno i popoli casualmente italiani che
abitano a ovest, che conoscono la Spagna e vanno in vacanza ai Castelli
della Loira in Francia, ma non sanno cosa e dove sia l'Istria. Con tutto
il rispetto per l'ovest europeo, l'est, almeno per qualche decennio
ancora, è parecchio bello, intatto, esotico e particolare. A ovest
degli Appennini non se ne sa che pochissimo dei Balcani.

Sono andato di nuovo brevemente a Est e ho notato sulla autostrada
Venezia - Trieste che alcuni casolari e fattorie inalberano la bandiera
tricolore ben in vista sulla via. Evidentemente anche loro festeggiano i
centocinquanta anni dell'unità italiana, ma in Veneto questa bandiera
significa anche dichiararsi contro la secessione del delirante mostro
nato da oltre venti anni, la Lega.

Due ragazze polacche di venti anni si sono decise a visitare i Balcani
anche se i loro amici di Lublino gli dicevano che forse era persino
pericoloso. Venivano dalla Toscana in autostop e le ho portate sulla
costa del Quarnero. Ora se la ridono guardando il mare smeraldo della
Dalmazia. Torneranno in autostop in Polonia e cercheranno invano di
spiegare la bellezza delle terre balcaniche a chi non viaggia. Hanno
viaggiato grazie alla comunità globale di ospitalità che si chiama
Couchsurfing. Senza soldi o quasi, cercate couchsurfing su google.

Eccomi ora alle bandiere che si incontrano in Croazia davanti a ogni
chiesa e spesso sulle facciate delle case. Le strade che portano verso
il parco di Plitvice sono bellissime, ancora piene di turisti e di
alberghi e ristoranti, tutti affittano stanze e i camper stranieri non
si contano. Questo è anche un paradiso per i motociclisti e spesso i bar
offrono sconti a questi bikers.

In questa area turistica bellissima ma ormai in ottica occidentale
capita di trovare le macerie di tante case che dopo 20 anni sono ancora
distrutte. Sono le case dei Serbi di Croazia, che non volevano la
secessione e la liberazione da Milosevic e allora sono stati cacciati.
Milosevic gli aveva promesso un futuro da eroi della Grande Serbia e
invece furono spediti persino in Kosovo da dove se ne dovettero andare
ancora, sempre per colpa di Milosevic.

Ma dietro l'angolo di Plitivice, subito dopo il confine con la Bosnia,
si trova Bihac. Minareti e abbigliamento islamico. Tutto cambia
improvvisamente. La natura e il panorana sono forse ancora più belli. A
tre ore da Trieste, domani si festeggia la fine del Ramadan con grandi
feste. Qui convivono Islam e Vaticano a pochi metri di distanza e un
tempo anche i serbo ortodossi che prima o poi torneranno.

Nonostante il virus primitivo e fascista che attanaglia molti, il Mondo
è dietro l'angolo e anche sotto casa. Come è naturale che sia. Ineluttabile.
cg

martedì 23 agosto 2011

Incontro sui Balcani 20 anni dopo

Salve

DOMENICA 11 Settembre

la società per le idee sarà ospite di IKREA FEST

(PROGRAMMA COMPLETO. http://www.cantiereikrea.it/)

Dopo una lunga pausa delle attività ci farebbe molto piacere se
partecipassi. Portati dieci euro.

Puoi venire con bambini e anziani.ci sono tanti spettacoli e spazio a
volontà in una campagna bellissima!

Ci vediamo nel pomeriggio alle 18. Vedremo assieme una parte del
materiale che abbiamo realizzato nei Balcani per il progetto biennale
"20 anni dopo eppur si muovono".

in caso di pioggia l'evento si terrà ugualmente . Ci sono anche stand di
ristoro.

IKREA FEST è presso il Frantoio di Cerbaia degli Olivicoltori Toscani
in via Empolese 20 Scandicci nei pressi di Cerbaia val di Pesa (Firenze)

MAPPA: http://g.co/maps/52py

A presto!

claudio ghera

--
Società per le Idee
Associazione Culturale in Firenze
email: claudiogherardini@societaperleidee.it
fax: +391786081497
sede legale
c/o Studio Basegni
Via Giambologna 37
50132 Firenze (FI)
codice fiscale 94163350484
IBAN IT45 Q050 1802 8000 0000 0125 888
www.societaperleidee.it

martedì 16 agosto 2011

Ho scritto a Gino Strada

Ciao!

Ho scritto a Gino Strada fondatore di Emergency. Firenze è tappezzata di enormi manifesti di Emergency e la cosa mi ha colpito.

Qui sotto la mia prima email, la sua risposta e la mia replica:

--------------------- claudio gherardini wrote:  Perché non andate in Siria a bloccare il macello prima che vadano altri magari a bombardare e poi voi protestate? Invece di fare il festival a firenze come se fosse il festival di Sanremo e spendere un sacco di soldi per fare autoreferenzialità. Quando si è mai visto un festival di una organizzazione sanitaria di emergenza? Forse siete un partito? In tal caso presentatevi alle elezioni e ditelo come ha fatto Grillo (comico ma non troppo) Di partiti autoreferenziali e retorici ne abbiamo diversi. Preferivo quando eravate "solo" una grande organizzazione umanitaria e basta. Claudio Gherardini - Inviato da iPhone   On 15/08/11 10:42, Gino Strada wrote: Egregio Signore, per sua informazione siamo già da tempo in contatto con varie persione in Siria per valutare la possibilità di portare soccorsi alle vittime. Per fermare il macello però ci vorrebbe qualcosa in più, qualcuno di straordinariamente capace come lei. Ci ha già provato invece di fare fisioterapia della mandibola?????? Grazie dell'informazione riguardo al "festival di Firenze". Non ne sappiamo nulla, non abbiamo certo la sua ricchezza di fonti. Partiti autoreferenziali? Presentarsi alle elezioni? Le consiglierei di cambiare pusher  Cordialmente  Gino Strada   claudio controrisponde:  Egregio Strada  la ringrazio per la celere risposta e per il fatto che vi stiate  muovendo per la Siria.  Questa volta gli USA e GB tentennano a intervenire militarmente e allora  potrebbe essere il caso di andare proprio in massa alle frontiere no?  Come fecero Alberto L'Abate e altri in Iraq nel 1991.  Mi stupisco invece del tono della sua risposta che non mi sembra nè  pacifico nè pacifista ma solo inutilmente offensivo nei confronti di una  persona che le scrive e che esprime il suo fortissimo disappunto (con  toni provocatori temo) per alcune scelte recenti di Emergency.  Preferisce avere solo adoratori in estasi oppure ricorda ancora la  dialettica con chi critica? Certo io sono una persona qualsiasi, non  faccio parte dei VIP, ma dovrebbe valere lo stesso principio no?  Circa dieci anni fa fui tra i promotori di una serata di finanziamento  per emergency a firenze che raccolse in poche ore 42 milioni di lire.  Oggi mi dicono che avete decine di milioni cash e penso che aprire un  giornale in edicola e fare una festa o festival siano spese che  potrebbero essere evitate e dirottate su qualcosa di più utile visto che  siete una ONG umanitaria.  Per quanto riguarda le mie attività personali, mi sono dedicato nel mio  piccolo a dare una mano in Bosnia Erzegovina e ho anche finito i soldi.  Ma continuerò. Purtroppo a Firenze non ci sono mecenati da oltre 600  anni. A Milano è stato più facile immagino.  Quando una organizzazione scende in piazza con partiti e sindacati,  diventa oggettivamente una organizzazione fiancheggiatrice di una  politica e tende a diventare essa stessa una organizzazione politica,  sbaglio? Non c'è niente di male ma basta dirlo chiaramente.  Riguardo alla definizione di "festival": (traggo da internet)  Emergency 2011 | Firenze Fiera www.firenzefiera.it/it/congresso/emergency-2011/490528 lug 2011 -  Firenze, Palazzo dei Congressi, Sei giorni di conferenze, musica,  spettacoli, mostre e dibattiti per andare insieme oltre la guerra.  Ospiti: Alcuni degli amici di EMERGENCY che saranno con noi a Firenze: STEFANO BOLLANI, MIRKO GUERRINI, STEFANO SENNI, CRISTIANO CALCAGNILE,  NICO GORI, SERENA SINIGAGLIA, IRENE BONIFAZI, PIETRO PAROLETTI, SANDRA  ZOCCOLAN, MASSIMO CIRRI, DON GINO RIGOLDI, ERRI DE LUCA, FIORELLA  MANNOIA, PAOLA TURCI, CASA DEL VENTO, MAX PAIELLA, PAOLA MINACCIONI,  ANNA MEACCI, FEDERICA CIFOLA, ELIO E LE STORIE TESE, SERENA DANDINI  Parteciperanno ai dibattiti e agli incontri pubblici: LAMIS ANDONI, GIAMPAOLO CADALANU, LORETTA NAPOLEONI, MATTEO RENZI,  GIULIANO PISAPIA, MARK LACY, SALVATORE PALIDDA, GAD LERNER, LEOPOLDO  NASCIA, FRANCESCO VIGNARCA, LAURA GALESI, ANTONELLO MANGANO, PINO ARLACCHI  Cosa c'è di offensivo nel definire questa iniziativa FESTIVAL?  Data la sua posizione di grande prestigio (senza ironia) e valore  (indubbio), le vorrei consigliare di utilizzare parole di pace verso chi  spende del proprio tempo per scriverle, segno di interesse indubbio, no?  Una maggiore gentilezza anche verso chi provoca sarebbe segno di  pacifismo non crede?  Cordiali saluti e buon lavoro.  Claudio Gherardini



any comments?


--   Claudio Gherardini mobile phone: +39 333 9237262 mobile phone Bosnia: +387 62974778 50126 - Firenze - via A. Traversari 75 - Italy C.F. GHRCLD57C03D612R P.Iva 05968730480 icq: 74274967 skype: claudioghera mailto: claudiogherardini@gmail.com http://www.claudiogherardini.net

giovedì 11 agosto 2011

Riqualifica con urban art a Firenze

Un murales per il Centro Ginnastica di Firenze
In occasione del Florence Design Week, è stata inaugurata l'opera murale dei Bunker108 con la presenza della Direzione Servizi Sociali e Sport del Comune di Firenze, il Presidente del Quartiere 3 Andrea Ceccarelli, la storica dell'arte Dott.ssa Alessandra Ioalé, tutti i rappresentanti del Centro Ginnastica di Firenze e gli artisti di Bunker108.

Sul muro grigio e degradato è stato dipinto un'ambientazione fantastica, dove architetture immaginarie si trasformano fino a diventare il palcoscenico di esibizioni ginniche uniche. I colori e le decorazioni degli ambienti riprendono le cromie delle strutture ginniche che, con le grafiche di svariate bandiere, sottolineano la solidarietà internazionale nello sport. All'interno dell'opera gli artisti di Bunker108 miscelano elementi e tecniche della Graffiti Art con quelli della Street Art.

Da parte degli artisti di Bunker108 questo intervento è il seguito di altre azioni già svolte a Firenze e dintorni. 
Collaborano con Quadrifoglio e hanno dato carattere e colore a diversi mostri architettonici di cemento.

L'opera si può vedere all'indirizzo web: http://www.bunker108.com/news/gym.html
DOVE: Via Isonzo, 26/A presso giardino del Centro Ginnastica Firenze a.s.d. (Sorgane Q3)
DIMENSIONI: 56m x h3,00m, 168mq

________ALTRO_____________
Riqualifica di stabile Quadrifoglio Spa con urban art http://www.bunker108.com/urban.html
Riqualifica con urban art nel Quartiere 3 di Firenze http://www.bunker108.com/news/istria.html


laboratorio: 
Via Villamagna 108/B
50126 Firenze
+39 3398897090 - 3487355931

mercoledì 3 agosto 2011

clagher ti ha inviato il video "Appello per il 20° Anniversario Antonino Scopelliti. Reggio Calabria, 6-9 agosto 2011"

YouTube Centro Assistenza | Opzioni email | Segnala spam

clagher ha condiviso con te una di video su YouTube:

Video-appello di Rosanna Scopelliti, figlia del sostituto procuratore generale della Suprema Corte di Cassazione ucciso dalla mafia il 9 agosto 1991.
LEGALITALIA 2011 - Reggio Calabria, Piazza Duomo, 6-7-8-9 agosto 2011.
direttore Michele Cucuzza.
© 2011 YouTube, LLC
901 Cherry Ave, San Bruno, CA 94066